Come mai gli indignati per le polizze vita (che non ci sono) tacciono su quelle infortunio (che ci sono)?

Come mai gli indignati per le polizze vita (che non ci sono) tacciono su quelle infortunio (che ci sono)?

Le recenti esternazioni degli esponenti del PATT contro il M5S ed i suoi rappresentanti un effetto lo hanno avuto: hanno indotto i portavoce del moVimento ad un ulteriore approfondimento su qualche residuo privilegio cui nessuno pare aver fatto caso.

“La grande indignazione mostrata da molti membri del consiglio regionale in merito all’affaire polizze vita mi ha indotto a verificare quali fossero le condizioni delle quali godiamo per l’altra assicurazione – spiega il consigliere Filippo Degasperi – e, sorpresa, ho scoperto che la polizza infortuni dei consiglieri regionali (di cui si beneficia automaticamente senza necessità di alcuna sottoscrizione) è pagata per 2/3 con soldi pubblici. Devo dire che tutta quest’ondata di genuina indignazione proveniente da ambiti di solito poco avvezzi a questa emozione ha avuto l’effetto di farmi fare tutta una serie di verifiche che mi hanno portato a rilevare una volta di più come dare per scontato qualcosa in questi ambiti sia una pratica troppo ingenua”.

Degasperi trae le logiche conseguenze: “Se sarebbe stato scandaloso far pagare alla Regione i 2/3 del costo delle polizze vita eventualmente istituite, a maggior ragione ritengo scandaloso che si paghino interamente le polizze infortuni con soldi dell’erario. E si badi bene che sussiste anche una notevole differenza nell’entità dei costi di cui ogni consigliere potrà facilmente rendersi conto, basti pensare che la cifra annua che il consiglio regionale effettivamente spende per pagare tutte le polizze infortuni ammonta a ben 60.666,20 euro, e si tratta di soldi veri, non ipotetici. Mi risulta quindi difficile comprendere come tutti si siano scagliati contro la polizza che non esiste, tralasciando di far conoscere ai cittadini l’opinione sulla polizza che invece c’è. Sono quindi certo che coloro che nei giorni scorsi hanno alzato forte il grido della protesta non mancheranno di sostenere la mia richiesta (già condivisa con la presidente Avanzo, che ringrazio) di cancellare interamente i costi pubblici dell’assicurazione infortuni attribuita ai consiglieri regionali”.

Uff. Stampa
M5S Trentino

Risposta Chiara Avenazo Polizza Assicurativa

112_risposta

Related Articles