La dubbia capacità di razionalizzazione dei costi in Cassa del Trentino

La dubbia capacità di razionalizzazione dei costi in Cassa del Trentino

Il portavoce provinciale Filippo Degasperi interroga il Presidente della giunta per conoscere le ragioni per le quali Cassa del Trentino ha dichiarato nel 2014 l’esubero di un dipendente e allo stesso tempo ha sostenuto costi in consulenze nel medesimo ambito di competenza nel quale era impiegato lo stesso. Stride la decisione dell’istituto di dichiarare l’eccedenza di  un dipendente abilitato alla professione forense e con un’importante expertise nel settore bancario, che di fatto poi è stato destinato a svolgere incarichi ad alto livello per la Provincia, con la voce di spesa in consulenze legali pari ad euro 116.824,30 imputata nello stesso anno.

interrogazione consulenze legali Cassa del Trentino_2014

 

 

 

Related Articles