I dettagli dei Restitution del portavoce Filippo Degasperi

I dettagli dei Restitution del portavoce Filippo Degasperi

Di seguito si comunicano le modalità di definizione del restitution del portavoce provinciale Filippo Degasperi con il dettaglio della rendicontazione delle spese e delle restituzioni effettuate. Rispetto alle restituzioni fatte a marzo e giugno per un totale di euro 10.243,00, il calcolo che è stato fatto per determinarle è stato il seguente: ogni busta paga (eccetto quella di dicembre) è formata da tre voci: indennità consiliare  (9.800 euro lordi, equivalenti a circa 4.700,00 euro netti); rimborso spese esercizio mandato-diaria (700,00 euro netti: questo importo come era stato definito in un’assemblea pregressa del Meetup Trentino a inizio anno, non si restituiscono subito perché servono a sostenere spese di una certa entità come l’avvocato per il ricorso al TAR.
Da novembre 2013 questi fondi sono stati utili a coprire le spese  per i pasti  (1.270,00), spese telefoniche (274,00) e le spese per alcune prestazioni professionali richieste  (1.414,00). Queste ultime spese sono documentate e disponibili in ufficio ma per questioni di riservatezza della controparte non vengono dettagliate in questa sede); rimborso spese esercizio mandato documentate alla Regione da gennaio a giugno. Sulla base del calcolo richiesto ed effettuato da un consulente del lavoro, il netto da restituire mensilmente è stato definito in questo modo: netto in busta paga_ 700,00 euro (diaria), spese documentate_ 3.096,00 euro.

Il portavoce Filippo Degasperi

 

 

Related Articles