Interpellanza in Aula di Riccardo sul TAV Brennero: «Governo fermi speculazione»

Interpellanza in Aula di Riccardo sul TAV Brennero: «Governo fermi speculazione»

Roma, 11 ottobre ’13 – “La galleria di base del Brennero e’ un’opera inutile e dannosa, basata su previsioni che non corrispondono all’andamento del traffico. Il Governo non alimenti questa speculazione ad alta voracità ai danni dei cittadini”. È quanto afferma il deputato del MoVimento 5 Stelle eletto in Trentino, Riccardo Fraccaro, a margine del question time di oggi in Aula sull’interpellanza urgente inviata al Ministero dei Trasporti. “Il traffico merci sulla A22 – aggiunge – non giustifica la costruzione di una nuova ferrovia veloce, anche perché quella esistente ha ampie capacità di trasporto. Peraltro i livelli di emissioni nocive nella provincia di Bolzano superano già quelli fissati dalla direttiva europea 2008/50/CE ed entro 16 mesi sarà necessario ridurre del 40-50% l’inquinamento della zona. Per quanto riguarda poi i costi di realizzazione dell’opera, la delibera del CIPE 31 maggio 2013 ha stimato in ben 9,7 miliardi l’investimento necessario. Le risposte del Governo, peraltro affidate al sottosegretario all’Istruzione, non sono affatto convincenti. È necessario fermare subito questo assurdo progetto e mettere in campo misure alternative, come il riequilibrio delle tariffe tra A22 e A13 austriaca, il pieno utilizzo della linea ferroviaria storica e la riduzione delle emissioni nocive. Anche alla luce della recente inchiesta giudiziaria sull’Italferr, società che coordina i progetti di costruzione dell’Alta velocità, è necessario evitare – conclude Fraccaro – che al danno di realizzare un’opera pericolosa per l’ambiente si aggiunga la beffa di alimentare la corruttela”.

TESTO DELL’INTERPELLANZA

VIDEO DELL’INTERVENTO IN AULA di Riccardo Fraccaro

VIDEO DELLA RISPOSTA DEL GOVERNO di Marco Rossi Doria (sottosegretario Governo) e REPLICA di Mirella Liuzzi

Ripreso da TrentoTodayTrentino – L’Adige – TrentinoLibero

Related Articles