Lettera al direttore del giornale L’Adige su caso «affari di famiglia»

Lettera al direttore del giornale L’Adige su caso «affari di famiglia»

Gentile direttore,

senza grande entusiasmo perché il mio giudizio nei confronti del Suo giornale è noto da tempo ma per rispetto nei confronti degli elettori del Movimento 5 Stelle e della mia famiglia mi trovo obbligato a replicare ad un altro errore di cui è rimasta vittima la sua redattrice e a colmare un’altra omissione nella ricostruzione del 26 novembre.

Non risponde al vero l’affermazione in base alla quale “lavorare a Levico per 10 giorni può non essere abbastanza appetibile per convincere qualcuno … a rischiare di farsi trovare occupato nel caso arrivasse una telefonata più ghiotta”. L’accettazione dell’incarico a Levico, trattandosi di graduatorie separate, non precludeva la chiamata da alcuna delle oltre 80 scuole a carattere statale e delle oltre 20 sedi dei cfp privati in convenzione. Anche se occupato a Levico l’insegnante (come spesso succede) avrebbe potuto tranquillamente dimettersi e accettare l’incarico più “ghiotto”.

Veniamo all’omissione.

Anche se comunicato a voce alla sua redattrice la stessa ha omesso di spiegare ai lettori che, se l’interessata avesse rifiutato, sarebbe stata depennata dalla graduatoria e quindi non si sarebbe potuta attendere altre chiamate almeno fino al settembre 2014. Se 36 persone hanno accettato di farsi cancellare dalla graduatoria evidentemente dimostrano di non avere particolare interesse non solo per l’incarico offerto ma anche per quelli futuri, magari più ghiotti.

Nel salutarla rimango in attesa della pubblicazione integrale della mia replica inviata nei giorni scorsi e delle rettifiche della redattrice in merito alle parti non rispondenti al vero dell’articolo del 26 novembre.

Filippo Degasperi

La replica del direttore in data odierna:

Carissimi,
forse è sfuggita, ma ieri è uscita sull’Adige una pagina (22) con la presentazione in dettaglio della posizione del consigliere Filippo Degasperi, in un lungo articolo di apertura di pagina.
Credo sia abbondantemente riportato il pensiero di Degasperi.
Cordialmente
Pierangelo Giovanetti

Tagged with:

Related Articles