Primarie centrosinistra: campagna elettorale di coalizione con soldi pubblici

Primarie centrosinistra: campagna elettorale di coalizione con soldi pubblici

Il candidato M5S Paolo Vergnano commenta il risultato delle votazioni per la scelta del candidato presidente della coalizione del centrosinistra fra la schiera degli assessori:

“Il risultato del voto alle Primarie ha palesato le architetture del potere provinciale. Gli assessori con portafoglio della Giunta hanno raccolto voti nei loro feudi come da previsione. La distribuzione sul territorio dei votanti ha messo in evidenza la trama del modello clientelare.”

“Il Pd dopo aver negato le primarie interne ha fatto una campagna senza coinvolgere i cittadini. La nomenklatura del Pd ha avviato un processo di restaurazione preventiva terminato con un flop clamoroso. Per l’ennesima volta ha dimostrato che di democratico ha solo il nome.”

“Tuttavia l’aspetto che più irrita i cittadini è quello di aver finanziato la campagna elettorale delle primarie con soldi pubblici. Con i rimborsi elettorali nostrani si affittano sedi per fare propaganda e si stampano santini da inviare ai cittadini – peraltro in ritardo come sollevato polemicamente dai perdenti stessi -. Questa è la barzelletta del centro sinistra trentino.”

Related Articles