Quando parliamo di rete

Quando parliamo di rete

Quando noi del M5S parliamo di “rete” in pochi capiscono davvero a cosa ci riferiamo. Così chi è cresciuto a pane e circoli, bloccato nelle sue sovrastrutture mentali, ci accusa di essere poco inclusivi verso chi la rete non la bazzica.

Bene, sarebbe ora di aprire la mente e capire che l’era dei circoli, l’era dei tesseramenti, l’era delle cooperative sta finendo ed era proprio ora. Il MoVimento 5 Stelle è una libera aggregazione di cittadini che senza colori e senza ideologie si aggrega per discutere, interagire e decidere il futuro proprio e del paese. Non servono sedi, non servono apparati direttivi serve solo una cosa, la passione!

Internet, Social Network, MeetUp, Piazze, Sale e Teatri sono strumenti non strutture. Questo li rende diversi, li rende dinamici, non dobbiamo bussare ad una porta e chiedere permesso perché noi siamo lì in quanto presenti e pensanti e interagiamo naturalmente con chiunque sia al nostro fianco senza preconcetti e preclusioni di sorta.

Le ideologie sono muri di gomma impenetrabili che si interpongono tra i dialoganti, ciò che conta sono le idee. Ogni buona idea è l’inizio di un dibattito che certamente può tracciare una nuova strada verso una maggiore comprensione del presente. Non ci sono moderatori o leggii, ci sono persone e idee.

Dobbiamo tutti sforzarci di rompere il muro che ha reso la comunicazione politica monodirezionale, la televisione è morta da un pezzo, i talk show vanno a caccia di scandali altrimenti chiuderebbero, a mala pena sopravvivono i programmi di approfondimento politico ma per farlo devono invitare il peggio della politica italiana sperando in liti o gaffes.

Noi crediamo che tutto questo sia il passato, crediamo che la comunicazione debba essere multidirezionale, crediamo nello scambio di idee alla pari il cui massimo strumento è internet ma le cui derivazioni sono molteplici. Crediamo che ogni individuo possa tranne beneficio dall’altro indifferentemente dal suo ruolo sociale o dalla sua capacità di leggere la storia e la società.

Per questo non trascuriamo nulla (se non le nostre vite private probabilmente), per questo ogni occasione è buona per dare e ricevere informazioni. Ognuno si attivi come può, create materiale informativo digitale o cartaceo e divulgatelo, andate a casa di vostra nonna a raccontargli la vita di questo paese, invitate a casa degli amici e parlategli di politica e sociale, fate agorà nelle piazze.

Il mondo si evolve e sul lungo periodo ogni sovrastruttura, fisica o mentale, è destinata a sparire nell’oblio. Chi se ne accorge per primo farà la differenza.

Massimo Pittui – candidato consigliere M5S

Tagged with:

Related Articles