Servizi sociali e bambini sottratti alle famiglie. La risposta al CCDU

Servizi sociali e bambini sottratti alle famiglie. La risposta al CCDU

In risposta alla lettere di Silvio De Fanti del CCDU (Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani O.N.L.U.S.) su Riforma dei Servizi Sociali e su Psicofarmaci ai Bambini

Egr. Silvio De Fanti

Credo che la maggior parte dei problemi italiani derivi dal fatto che politici e dirigenti pubblici godono di un potere immenso del quale non debbono rendere conto a nessuno. Politici che nessuno ha scelto e votato e dirigenti pubblici arrivati in posti di potere solo grazie al fatto che compiacciono a politici influenti.

Impongono a noi cittadini leggi ingiuste alle quali non ci possiamo opporre in nessun modo. Ad esempio, per abolire il finanziamento pubblico ai partiti il popolo italiano aveva ampiamente votato con un referendum ma non è servito a nulla. Alla casta è bastato cambiare un nome, chiamarlo rimborso elettorale per continuare a rubarci in soldi impunemente. Questo vale anche, secondo me, per la terribile situazione nella quale si trovano alcuni bambini.

Fino a che le decisioni vengono prese solo in base a interessi economici (e dietro le case di accoglienza ne girano tantissimi, per non parlare degli interessi che ruotano intorno alle case farmaceutiche) ci saranno bambini sottratti ai genitori per futili motivi e bambini ai quali vengono diagnosticate le più assurde malattie psicologiche solo allo scopo di poter somministrare loro psicofarmaci.

Come ben sappiamo, basta dare alcune “mazzette” alle persone giuste per avere una legge che ti favorisce ma sarebbe ovviamente impossibile dare mazzette ad un intero popolo. Credo quindi che se gli elettori italiani potessero decidere ed intervenire nelle decisioni prese da poche persone sottomesse a lobby e forti poteri opterebbero per decisioni giuste e utili per l’intera cittadinanza e non vantaggiose solo per pochi.

Immagino che nessuno di coloro che oggi siede su poltrone prestigiose rinuncerà mai di sua spontanea volontà a stipendi faraonici, a stra-poteri, a impunità che gli permette di non rendere conto a nessuno del suo operato e a così tanti  privilegi impossibili da elencare. Solo cittadini comuni, come me e voi, uniti nel M5S, se votati, potranno avere la forza per ridare il potere al popolo di decidere, intervenire, proporre, abrogare e  revocare il mandato a chi non mantiene le promesse.

Solo la gente comune è libera di decidere per il meglio senza sottostare a giochi di partito, a inciuci, a pressioni di lobby ed a interessi personali. Nessun cittadino, deciderebbe di dare psicofarmaci ad un bimbo solo perché ha difficoltà a stare attento in classe o è troppo vivace!

Avete fatto caso che tantissimi bambini sono dislessici? Vi siete chiesti come mai? Quando ero piccola io non ne esistevano quasi…e i bambini erano ovviamente vivaci e ci si preoccupava se non lo erano….

Tutto questo deve finire e lo possiamo far finire solo noi, persone normali e libere di scegliere il meglio. Si chiama DEMOCRAZIA DIRETTA ed esiste già in tante nazioni dove i cittadini contano e valgono più di un politico. Il M5s vorrebbe portarla anche in Italia.

Milena Bertagnin – Candidata consigliere, M5S

Tagged with:

Related Articles