Settimana da lunedì 8 a venerdì 12 luglio

Settimana da lunedì 8 a venerdì 12 luglio

Amiche e amici a 5 stelle,

la settimana appena trascorsa è stato particolarmente densa di avvenimenti e sono molto soddisfatto di come il MoVimento è riuscito a far sentire la propria voce, portando a casa dei risultati molto importanti. Abbiamo presentato proposte su ogm, malasanità, class action, riduzione del costo del lavoro, revisione del sistema fiscale, bonifica dell’amianto e tanti altri temi. Inoltre abbiamo fatto un’opposizione durissima allo stop dei lavori in Parlamento, siamo stati al Quirinale per discutere delle soluzioni economico-politiche da da adottare e abbiamo portato avanti battaglie di trasparenza contro gli sprechi della politica.

Lunedì sono intervenuto sulle riforme costituzionali che vuole realizzare la maggioranza di Governo, a partire dalla proposta del semipresidenzialismo, irricevibile soprattutto quando non abbiamo una legge elettorale degna di questo nome, misure severe contro la corruzione e una seria disciplina sul conflitto di interessi. Nel pomeriggio si è riunita la Commissione Affari Costituzionali in sede referente per discutere del cosiddetto “decreto del fare”, oltre ai provvedimento sull’Ilva e sull’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti.

fraccaro ghediniMartedì il quotidiano l’Adige ha pubblicato una mia lettera aperta sulla Whirlpool di Trento, una drammatica vicenda che coinvolge centinaia di famiglie. In mattinata c’è stata la riunione dell’Ufficio di Presidenza della Camera, che si è riunito per discutere delle misure da adottare in merito alle spese per il personale e si è concluso con un nulla di fatto. Io ho chiesto di affrontare la questione subito, in modo chiaro e giusto, e ci siamo riaggiornati all’indomani. Poi sono intervenuto sulla legge elettorale per sollecitare la riforma e ricordare le nostre proposte in merito. Nel pomeriggio ancora Aula dove, tra l’altro, si è avviata la discussione delle mozioni per il bilinguismo nella provincia di Bolzano sui cui torneremo prossimamente. In serata sono stato ospite della trasmissione “Il Transatlantico” di RaiNews.

Mercoledì sono tornato, in due riunioni dell’Ufficio di Presidenza, sulla questione delle retribuzioni del personale della Camera per insistere sulla necessità di intervenire con forti riduzioni di spesa e la massima trasparenza. Su questo punto non intendo mollare e la prossima settimana sarà decisiva: vi terrò aggiornati. Intanto la delegazione del MoVimento 5 Stelle ha incontrato Napolitano per denunciare l’inconcludenza di questo Governo. Nel pomeriggio, per l’appunto, il Parlamento è stato bloccato su richiesta del Pdl e gentile concessione del Pd. Il MoVimento 5 Stelle ha scatenato la sua protesta in Senato e con un sit-in a piazza Montecitorio e siamo stata la sola vera forza di opposizione al partito trasversale dell’impunità per l’ex premier.

Giovedì ho seguito i lavori parlamentari. La mattina si è riunito il Comitato per i pareri e, tra le altre cose, ci siamo occupati dell’istituzione di una Commissione di inchiesta sul ciclo dei rifiuti e le attività illecite connesse. Poi ho rilasciato un’intervista a L’Indro.it sui temi di attualità (http://www.lindro.it/politica/2013-07-11/91654-fraccaro-semipresidenzialismo-irricevibile) e, infine, sono stato impegnato in Aula per le votazioni sul decreto Ilva, proprio il provvedimento che era stato rinviato dopo il blocco dell’Aula consentito da parte del miglior alleato di Berlusconi: quindi ho ribadito che un Governo Pd-M5S è assolutamente impossibile.

riccardo la cosaVenerdì sono stato al lavoro tutto il giorno per presentare i nostri emendamenti in Commissione al provvedimento sull’economia del Governo Letta. Su questo ho realizzato un’intervista video per La Cosa. Sono intervenuto inoltre sul disegno di legge del Pd di cancellare l’ineleggibilità prevista dalla legge del 1957 e fare così l’ennesimo regalo a Berlusconi, rilasciando anche una breve dichiarazione ai microfoni del Tg1.

Insomma: esame dei decreti in Commissione, votazioni in Aula, lavori dell’Ufficio di Presidenza, poi attenzione all’economia locale e ai temi istituzionali, proteste di piazza e un mare di proposte per far uscire il Paese dal tunnel in cui è sprofondato. Ce la stiamo mettendo tutta e i risultati stanno arrivando: continueremo ad impegnarci per risollevare il Paese. A riveder le stelle!

Riccardo

Related Articles