«Suoni delle Dolomiti» abusivi?

«Suoni delle Dolomiti» abusivi?

È imbarazzante apprendere dalla stampa locale on-line* che alcuni dirigenti e dipendenti di Trentino Sviluppo, divisione Turismo e Marketing, abbiano organizzato un grande evento come i “Suoni delle Dolomiti” in modo abusivo e mettendo in atto comportamenti incivili, istigando il pubblico a fare altrettanto. È altresì imbarazzante vedere tra i presenti anche Paolo Manfrini, Direttore di Trentino Sviluppo nonché Direttore artistico dell’evento, recentemente promosso alla guida della nuova Trentino Marketing Srl.

Chiediamo all’assessore competente, Michele Dallapiccola, a Paolo Manfrini e ai funzionari coinvolti di riferire urgentemente in seconda Commissione Consiliare per appurare le dinamiche dell’accaduto e prendere rigorosi provvedimenti nel caso in cui si ravvisassero delle responsabilità civili e/o penali. Se confermate, oltre alle sanzioni disciplinari, con l’immediata rimozione di Manfrini da Amministratore Delegato di Trentino Marketing Srl e i licenziamenti di altri dipendenti coinvolti nella vicenda in questione, chiediamo che la Provincia si costituisca parte civile per il grave danno d’immagine al turismo e all’Istituzione della Provincia Autonoma di Trento.

Non è infatti tollerabile che un evento artistico, culturale e turistico di valenza internazionale venga gestito in modo dilettantistico, senza professionalità e il fondamentale rispetto delle norme a tutela del paesaggio, della sicurezza e dell’ordine pubblico.

Related Articles