Tunnel del Brennero: Oltre che inutile e dannoso anche illegale?

Tunnel del Brennero: Oltre che inutile e dannoso anche illegale?

Oggi il consigliere provinciale M5S Filippo Degasperi ha depositato un esposto alla Procura regionale di Trento della Corte dei Conti per denunciare una presunta violazione riguardante l’approvazione del progetto del Tunnel di base del Brennero. La violazione ipotizzata sarebbe stata commessa dal CIPE nel 2004 e nel 2009, quando a presiedere tale comitato era l’allora Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.
“Dai dati che abbiamo raccolto e dalle risposte alle nostre interrogazioni della BBT SE e della Commissione europea – afferma il consigliere Degasperi – risulta che il progetto del Tunnel di base del Brennero, che riteniamo inutile e che devasterebbe un’intera regione al costo di decine di miliardi di euro, è stato approvato dal CIPE senza un piano economico-finanziario come prescrive la legge (in particolare la legge n. 350/2003 e la Delibera CIPE n. 11/2004). Il Governo Berlusconi, ed in continuità anche i successivi governi, avrebbero quindi deciso di costruire questa opera inutile senza conoscere come reperire i mezzi e senza verificare la sostenibilità dell’intervento in rapporto ai possibili introiti derivanti dall’utilizzo del Tunnel. Tutto questo probabilmente per evitare di rendere esplicito che il progetto a livello economico e finanziario non sta in piedi come dimostra anche lo studio del Politecnico di Milano (2014), secondo cui l’analisi costi-benefici del BBT è scorretta e da rifare”.
“Le irregolarità – dice Degasperi – sembra riguardino anche la progettazione della tratta trentina della nuova ferrovia del Brennero. A gennaio avevo presentato una interrogazione per ottenere l’analisi costi-benefici e il piano economico-finanziario del progetto della Circonvallazione di Trento e Rovereto, ma la Giunta deve ancora rispondere sebbene fosse tenuta a farlo entro febbraio. Per caso anche questo progetto è stato prodotto senza analisi fondamentali e quindi in violazione della legge?”.
Continua il consigliere del M5S: “Come ha dimostrato l’inchiesta Sistema sulle grandi opere, anche il Tunnel del Brennero rischia di rivelarsi utile solo per foraggiare gli imprenditori amici. Chiediamo alla Procura della Corte dei Conti di verificare la fondatezza delle ipotesi da noi formulate. Il M5S continuerà ad rendere pubblici e a contrastare con tutti i mezzi abusi che impoveriscono i cittadini privandoli delle risorse per i servizi essenziali. Le risorse pubbliche devono essere spese in modo efficiente per il bene della comunità. Il nostro territorio ha bisogno di immediate misure di politica del traffico per ridurre le emissioni inquinanti della A22 che causano gravissimi danni alla salute degli abitanti della valle dell’Isarco e dell’Adige”.

Ufficio Stampa
M5S Trentino

esposto CortedeiConti BBT_30.06.2015

Allegato 1 – Richiesta consilieri M5S a BBT SE 8 luglio 2014

Allegato 2 – Sollecito richiesta consilieri M5S a BBT SE 22 luglio 2014

Allegato 3 – Nota BBT SE a consiglieri M5S 24 luglio 2014

Allegato 4 – Nota BBT SE a consiglieri M5S 6 ottobre 2014

Allegato 5 – Deliberazione CIPE 28_2013 del 31.05.2013 inviata da BBT SE a consilieri M5S in allegato a nota del 6 ottobre 2014

Related Articles