Canile e onestà intellettuale

Canile e onestà intellettuale


Risale a pochi giorni fa la presentazione del progetto del nuovo canile di Trento cosi come il nostro comunicato stampa che evidenziava le perplessità in merito alle scelte fatte dall’amministrazione relativamente alla proprietà dell’area di Trentino Trasporti che darebbe in comodato l’area per 10 anni ed in merito alla presenza di un elettrodotto ad Alta Tensione.

In risposta ci era stato assicurato che le tensioni in gioco non avrebbero dato problemi ai cani sottostanti ne agli operatori. Abbiamo pertanto ritenuto opportuno recarci sul posto con Luca Defrancesco, tecnico informatico e specializzato nella ricerca dei campi elettromagnetici. L’esito che ne è derivato effettivamente conferma la tesi che la misura del campo elettromagnetico è oltremodo sotto i livelli minimi di allarme.

Se da un parte non è di nostra competenza entrare nel merito tecnico del potenziale pericolo di campi anche cosi bassi, la nostra onestà intellettuale ci porta ad ammettere che quanto ci è stato riportato in merito alle emanazioni dell’attuale elettrodotto corrisponde al vero e pertanto facciamo un passo indietro sulle nostre osservazioni in merito a questo punto ma non a quello sulla discutibile scelta di un area di proprietà altrui.

I consiglieri comunali M5S di Trento
Andrea Maschio
Paolo Negroni
Marco Santini

 

Related Articles