Centro servizi e controllate: Rossi contraddice i documenti

Centro servizi e controllate: Rossi contraddice i documenti

Comunicato Stampa inviato ai principali quotidiani locali ed ignorato da:
quotidiano corriere del trentino barrato quotidiano trentino barrato

quotidiano adige barrato

«Il 4 novembre nell’Aula del Consiglio Provinciale, il Presidente Rossi ha sostenuto che al momento non esistono contratti di fornitura fra le società consorziate provinciali ed il centro servizi condivisi che dovrebbe fungere da soggetto unico al servizio delle società provinciali per le loro attività e funzioni non strategiche. Tuttavia al tempo stesso egli ha confermato che al medesimo centro servizi sono passate le attività di internal audit e gli affari legali delle società consorziate. Banalmente ci chiediamo come sia possibile un passaggio simile senza che esistano contratti in essere.

Allo stesso tempo dal bilancio di Cassa del Trentino spa risulta che nel dicembre 2014 sia stato effettivamente sottoscritto un contratto fra tra la stessa società e il Centro Servizi Condivisi  per la fornitura dei servizi di internal audit e compliance normativa.

A fronte dei fatti sarebbe utile sapere chi si sbaglia. Il presidente quando dice che non ci sono contratti in essere fra le società consorziate ed il centro servizi o il bilancio di Cassa del Trentino? In entrambi i casi saremmo di fronte ad un errore grave vista anche l’enfasi con cui viene regolarmente citato il centro servizi. Magari c’è qualcosa che non capiamo, ma vista la contraddizione sarebbe meglio che chi di dovere iniziasse a dare delle risposte convincenti, ragione per la quale ho presentato un’apposita interrogazione al Consiglio Provinciale, che spero potrà far luce sulla vicenda».

Cons. prov. Filippo Degasperi
Gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle

Related Articles