Interrogazione scritta: Chiarimenti in merito al Centro Servizi Condivisi

Interrogazione scritta: Chiarimenti in merito al Centro Servizi Condivisi

CONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle

Trento, 13 novembre 2015

Egregio Signor

Bruno Dorigatti

Presidente del Consiglio Provinciale

SEDE

Interrogazione a risposta scritta n.

La deliberazione n. 147 del 9 febbraio 2015 informa che “allo stato attuale il Centro Servizi Condivisi ha attivato dal 1° semestre 2014 i servizi afferenti i controlli interni con particolare riferimento all’espletamento delle attività connesse al modello organizzativo di cui al decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231”.

La deliberazione n. 1909 del 2 novembre 2015 informa che “le azioni già realizzate riguardano: la concentrazione in un soggetto unico a servizio delle società provinciali delle attività e delle funzioni non strategiche svolte dalle stesse”.

Nei documenti di bilancio 2014 di Cassa del Trentino spa si riporta che in seguito alle indicazioni della Giunta contenute nella deliberazione n. 2063 del 29 novembre 2014 “il Centro fornirà alle società strumentali i servizi afferenti: i controlli interni con particolare riferimento all’espletamento delle attività connesse al modello organizzativo di cui al decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231” e che quindi “in data 12 dicembre 2014 è stato firmato il contratto per la fornitura alla società da parte del Centro servizi condivisi dei servizi di internal audit e compliance normativa”.

I documenti citati sembrano essere smentiti dalla risposta del presidente della Provincia all’interrogazione 2303/XV. Confermando l’avvenuto trasferimento al Centro servizi delle attività di internal audit e degli affari legali delle società consorziate, il presidente Rossi afferma che “allo stato attuale non vi sono evidentemente contratti di formitura”.

Tutto ciò premesso si interroga il Presidente della Provincia per conoscere

  1. come può essere avvenuto il trasferimento di funzioni (in particolare internal audit e affari legali come indicato nella deliberazione n. 147 del 9 febbraio 2015 e come ribadito dal presidente Rossi il 4 novembre 2015 in aula) senza la sottoscrizione di un contratto tra le società interessate e il loro consorzio Centro Servizi Condivisi;
  2. come mai il bilancio 2014 di Cassa del Trentino spa riporta l’avvenuta sottoscrizione (in data 12 dicembre 2014) di un contratto tra la stessa società e il Centro Servizi Condivisi  per la fornitura dei servizi di internal audit e compliance normativa mentre il presidente Rossi in risposta all’interrogazione 2303/XV (4 novembre 2015) dichiara che “allo stato attuale non vi sono contratti di fornitura”.
  3. si richiede copia del contratto citato al punto 2..

A norma di regolamento si richiede risposta scritta.

Cons. prov. Filippo Degasperi
Gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle

Related Articles