Maschio e i lavori a Sardagna

Maschio e i lavori a Sardagna

A seguito di interrogazione del settembre 2015 il Sindaco ha risposto in modo esaustivo in merito al numero di nuovi loculi specificando che dei 222 previsti in progetto 120 vanno a sostituire quelli interrati e dismessi.
In merito tuttavia a quanto espresso sulla Rivista Trento Informa nr 75 del 2015 e richiamato nella interrogazione M5S di settembre non si capisce perché l’ampliamento del supermercato sia stato progettato dal Comune di Trento. Ci si domanda per altro se gli stessi lavori di ampliamento siano a carico comunale come a questo punto pare ovvio.
Pur essendo un edificio del Comune dal 2007, come risulta dalla risposta del Sindaco, sembra a dire poco curioso che ne venga progettato l’ampliamento già con lo scopo di cito “raddoppiare il negozio multi servizi per Sardagna”. “Sollecitati dalla Circoscrizione i lavori sono stati progettati dal servizio Edilizia pubblica del comune”.
Si torna a interrogarsi sul perché e quali siano stati i criteri per i quali un ente pubblico come il Comune, seppur su un edificio di proprietà, favorisca una cooperativa privata progettandone l’ampliamento della struttura in cui la stessa opera per aumentare le superfici di vendita e di magazzino.
Da quanto ne so è il privato che dovrebbe occuparsene con le relative spese.
E’ interessante la risposta che ci verrà data anche come categoria di professionisti che ormai nulla hanno più da fare vista la situazione contingente economica. Vederci chiaro mi sembra il minimo.
Credo che sia interessante capire quale contratto verrà fatto con la gestione del negozio per recuperare i soldi dei cittadini spesi dal Comune. A questo dovrebbe servire la nuova interrogazione inviata in data 13 ottobre.

Consigliere comunale M5S
Andrea Maschio

Related Articles