Opposizione alla sdemanializzazione, mediante sclassificazione da “Bene pubblico” a “Bene Patrimoniale disponibile”

Opposizione alla sdemanializzazione, mediante sclassificazione da “Bene pubblico” a “Bene Patrimoniale disponibile”


Spettabile Giunta Provinciale
per il tramite del Servizio Autonomie Locali
Via Romagnosi 9 – Centro Europa – 38122 Trento
Ill.mo Sindaco di Ala – SEDE

OGGETTO: Opposizione alla sdemanializzazione, mediante sclassificazione da “Bene pubblico” a “Bene Patrimoniale disponibile” della p.f. 584/6 in P.T. 397 C.C. di Ala.

Premessa

Con AVVISO di data 01.08.2018 prot. 13254 il Responsabile del Servizio Tecnico Urbanistico del Comune di Ala Ing. Alessandra Pretti ha reso noto che l’Amministrazione comunale con deliberazione del Consiglio comunale n.51 del 21.12.2012 (parere favorevole di regolarità tecnico – amministrativa del responsabile dell’Ufficio servizio tecnico urbanistico geom. Mauro Marasca), esecutiva, ha proceduto alla sdemanializzazione in oggetto.

In data 14 agosto 2018 con protocollo n. 13986 lo scrivente ha depositato l’opposizione alla sdemanializzazione del tratto di strada individuato con la p.f. 584/6 c.c. Ala, di cui all’avviso pubblicato all’albo comunale.

In data precedente all’atto di opposizione il sottofirmato si era già occupato della vicenda su sollecitazione di alcuni censiti di Ala, in quanto la strada comunale o meglio cio’ che avrebbe dovuto essere la strada, sarebbe in realtà stato oggetto di edificazione nel corso degli anni.

Lo scrivente aveva predisposto due interrogazioni depositate in data 10 novembre 2016 prot. 18026 e in data 27 febbraio 2017 prot 3174. Chiedeva informazioni sulle recenti costruzioni realizzate a confine con la strada comunale e sullo stesso sedime della strada e se le stesse costruzioni, fossero rispettose delle distanze imposte dalla legge fra gli edifici e dalla strada. Le risposte che il sottofirmato riceveva dal Sindaco Soini Claudio, simili fra loro, apparivano lacunose e non rispondevano ai quesiti sollevati (risposta del 8.2.2017 prot 2045 e risposta 19.05.2017 prot 8471).

In data 16.08.2018 con prot. n. 14095 sollecitava ulteriore risposta ai precedenti interrogativi ottenendo nota dd. 30.08.2018 prot. 14941 ritenuta ancora una volta priva di contenuti.

Nella lettera a firma del Segretario generale del Comune di Ala dott.ssa Maria Flavia Brunelli di data 30 agosto 2018 prot. 14945, inviata al sottoscritto ed indirizzata anche all’ufficio della Provincia – Servizio Autonomie locali- veniva allegata la seguente documentazione:

– Opposizione di data 14 agosto 2018 prot. 13986

– Deliberazione del consiglio comunale n. 51/2012

– Avviso di data 1 agosto 2018

– Estratto mappa con indicazione della p.f. 584/6 (datato 13.06.2012)

– Documentazione fotografica;

Nel merito

Si evidenzia preliminarmente che la documentazione prodotta dall’Amministrazione comunale non corrisponde alla p.f. 854/6 C.C. Ala indicata come BENE PUBBLICO ma alla p.f. 584/6 C.C. Ala. Inoltre l’area indicata non corrisponde alla p.f. 584/6 strada comunale, come pare affermare l’Amministrazione comunale di Ala, bensi’ all’area pertinenziale della p.f. 773 C.C.Ala.

L’esame comparativo dell’estratto mappa con la documentazione fotografica pare evidenziare che effettivamente sul sedime della strada p.f. 584/6 sono state edificate delle costruzioni che non risultano in mappa e quindi presumibilmente edifici abusivi.

La distanza catastalmente misurata fra il fabbricato ex Slanzi (opificio) con il confine che va a delimitare la strada comunale è di circa 6,50 m. Ne deriva che l’edificio edificato sulla p.ed. 773 non sembra confinare con la strada comunale p.f. 584/6 ma con edifici realizzati sulla stesssa. La documentazione fotografica allegata dal Comune di Ala, se non adeguatamente verificata, potrebbe indurre in errore in quanto lo spazio libero fra le costruzioni sembra rappresentare la strada p.f.584/6 mentre e’ solo l’area di pertinenza della p.ed773.

Ulteriore conferma verrebbe tratta dalla consultazione dell’aerofotogrammetria nel sito internet della Provincia di Trento, dove il sormonto con l’estratto di mappa dovrebbe togliere ogni dubbio sul fatto che sono state realizzate sulla strada comunale p.f. 584 delle costruzioni presumibilmente abusive.

Sorge il dubbio che anche le costruzioni (p.ed. 1318 e p.ed. 1469 C.C. Ala) recentemente edificate nei pressi del confine con la strada comunale p.f. 584/6 siano state realizzate senza rispettare il vincolo delle distanze stabilito dalla legge sia dalla “presunta” strada che dalle costruzioni realizzate su essa

Lo scrivente ha ritenuto negli interessi dei censiti di Ala, depositare l’opposizione in attesa di chiarimenti e di verifiche sui luoghi in oggetto.

In attesa di cortese riscontro porge distinti ossequi.

Ala 07.09.2018

 

Consigliere M5S Comune di Ala
Angelo Trainotti

Related Articles