Solo la Cittadinanza sceglierà il futuro dell’Area ex Cattoi

Solo la Cittadinanza sceglierà il futuro dell’Area ex Cattoi


Il MoVimento 5 Stelle Altogarda non è sorpreso dal disastroso finale della sceneggiata sull’area ex Cattoi. Il risultato era chiaro e prevedibilissimo. Bastava aprire gli occhi ed avere la volontà di agire.

Invece l’immobilismo della maggioranza UPT-PATT-PD in Comune e Provincia ha causato la perdita di un’occasione unica per salvaguardare un’area centrale e delicatissima della fascia a lago.

Ora purtroppo risulta evidente quello che abbiamo sempre denunciato anche in consiglio comunale. E cioè che è mancato il coraggio di disinnescare per tempo la mina che ora invece è esplosa e rende tutto più difficile avendo lasciato il capo libero all’imprenditoria privata.

La nuova proprietà ha annunciato di voler collaborare con il comune ed i cittadini.

La prendiamo in parola e quindi chiediamo fin da subito che ogni trattativa avvenga alla luce del sole ed in trasparenza di ruoli ed obbiettivi.

E tanto per essere chiari facciamo presente quali sono le nostre idee così come le abbiamo già esposte in campagna elettorale.

Il nuovo piano attuativo (che sostituirà quello in scadenza a metà marzo) dovrà essere elaborato attraverso un percorso partecipativo mediante il quale chiunque vorrà, potrà fare proposte e votare le scelte finali da portare in consiglio comunale.

Questo piano attuativo dovrà tendere a realizzare il parco del lago e cioè una fascia verde continua che parta dalla Rocca ed arrivi fino al monte Brione passando attraverso le aree Lido, ex Cattoi, Miralago, campo sportivo, villino Campi e oltre fino a porto S.Nicolò.

Su queste aree non si dovrà prevedere la realizzazione di nuovi edifici azzerando quindi tutte quelle volumetrie che fino ad oggi non sono state utilizzate per volontà delle precedenti proprietà che hanno lasciato l’area in uno stato di abbandono da quasi trent’anni.

L’obbiettivo del MoVimento 5 Stelle è quello di salvaguardare il tessuto storico-ambientale ed il paesaggio dell’Alto Garda nella consapevolezza che non serve la costruzione di altri nuovi edifici. Appartamenti che non servono ai rivani e che rischiano di rimanere completamente vuoti per gran parte dell’anno. Come risultano vuoti già adesso almeno un migliaio di appartamenti.

Gli eco-mostri che sono stati realizzati negli ultimi decenni tra Riva e Arco devono metterci in guardia e spingerci a diffidare dal lasciare al libero mercato la gestione dell’Urbanistica. Abbiamo già visto i pessimi risultati di altre operazioni immobiliari (ad esempio a Trento) che si sono trasformate in un pessimo affare e che per questo alla fine sono state salvate dalla mano pubblica la quale ha finito per acquistare edifici con la giustificazione di farci spazi pubblici. Speriamo che non accada anche per l’area ex Cattoi perché sarebbe proprio una amara beffa se alla fine l’ente pubblico interverrà pagando a caro prezzo per quello che non ha voluto acquistare l’altro ieri…

Noi comunque siamo già pronti, vigileremo e controlleremo ogni atto che riguarda l’area ex Cattoi, perché il verde, l’ambiente, la storia ed il paesaggio rivano non sono in vendita.

I consiglieri comunali M5S di Arco
Giovanni Rullo
Lorenza Colò

I consiglieri comunali M5S di Riva del Garda
Flavio Prada

Andrea Matteotti

I consiglieri M5S comunali di Dro
Cinzia Lucin

Alvaro Tavernini
Roberto Matteotti

 

 

Related Articles