Infiltrazioni mafiose in Trentino

Infiltrazioni mafiose in Trentino

Questa notte, tramite 2 operazioni simultanee, una in Val di Cembra e l’altra in provincia di Reggio Calabria, le forze dell’ordine hanno inferto un duro colpo alla cosca Serraino che da tempo operava impunemente in Trentino, specialmente nel settore del porfido. Si tratta della definitiva conferma che con buona pace di tutti quei politici che ancora oggi negano o minimizzano le mafie sono presenti e attive in Trentino e che conducono i loro sporchi affari inquinando a poco a poco la nostra economia e la nostra società.

Al di là dei 19 mandati d’arresto a colpire è l’accertamento dell’esistenza da parte dei Raggruppamenti Operativi Speciali (Ros) e della Direzione Distrettuale Antimafia (Dda) di Trento di strutture operative della ‘ndrangheta operanti su tutto il territorio della Provincia di Trento. Diventa quindi ufficiale ciò che tutti sapevamo da tempo. Le mafie sono operative in Trentino come nel resto d’Italia. Se mettere la testa sotto la sabbia e far finta di niente fino a ieri era sbagliato da oggi diventa un atto di consapevole complicità. Il M5S che denuncia da tempo questa situazione chiede una volta di più che la politica trentina prenda atto della realtà e si metta finalmente in moto per contrastare con i fatti l’insidiosa penetrazione delle mafie nel nostro tessuto sociale ed economico. Da 2 anni il M5S combatte per ottenere l’istituzione di un osservatorio sulla criminalità organizzata che possa tenere alta l’attenzione sui fenomeni mafiosi in Trentino Alto Adige tenendo informati cittadini e pubblica opinione. Per tutta risposta, fino ad ora gli altri partiti hanno solo giocato a rinviare le decisioni e ad allungare i tempi. Vogliamo sperare che questi ultimi fatti di cronaca spingano tutti a fare la propria parte per contrastare fenomeni che non possono e non devono più essere ignorati.

In attesa che la politica decida finalmente di fare la sua parte ringraziamo gli uomini del Ros e i magistrati che con queste operazioni hanno gettato luce sulla realtà delle mafie in Trentino. Un ringraziamento particolarmente sincero e sentito va anche ai membri del Coordinamento Lavoratori Porfido della Val di Cembra, che con coraggio e onestà hanno denunciato la presenza della mafia nella loro valle e nel loro settore economico. Se siamo arrivati ai risultati di oggi gran parte del merito è proprio loro.

 

MoVimento 5 Stelle Trentino


Alex Marini
Portavoce
Consigliere del MoVimento 5 Stelle in Provincia di Trento
M5S TrentinoComunicati Stampamovimento5stelle@consiglio.provincia.tn.itPagina PubblicaCurriculum