Ciclabile del Chiese, buona idea che nasce monca

Ciclabile del Chiese, buona idea che nasce monca

Le piste ciclabili delle Giudicarie ancora sotto la lente d’ingrandimento del Consigliere Degasperi che questa volta si concentra sul progetto complessivo di ciclo pedonalizzazione della Valle del Chiese (interrogazione).
«Premesso che sulla carta l’idea di rendere percorribile in bicicletta senza soluzione di continuità l’intero territorio delle Giudicarie ci pare ottima, ci sono purtroppo ancora molti tratti da ultimare e non si capisce bene a che punto siano i lavori o se addirittura si sia scelto di completarne alcuni a scapito di altri. Oltre a ciò, a colpirci molto negativamente è stato constatare come al di là delle intenzioni enunciate non ci sia stato alcun tentativo o idea di coinvolgere in questo progetto anche i vicini Comuni rivieraschi bresciani e la Valle di Ledro, e questo a discapito della considerazione di come la gran parte dei turisti, soprattutto stranieri con bici al seguito, ogni anno scelga di soggiornare proprio in questi luoghi. Si tratta di persone che in presenza di infrastrutture adeguate potrebbero facilmente raggiungere in bicicletta la Valle del Chiese, imparando a conoscerla ed apprezzarla, rappresentando quindi anche una possibile risorsa economica per il territorio. Inesplicabilmente invece si è deciso di ignorare tali opportunità procedendo in completa solitudine, e ciò risulta ancor più incomprensibile se si valutano le risorse che il Trentino ha messo a disposizione per il cosiddetto fondo per i Comuni confinanti, laddove gli interventi previsti in zona a suon di milioni sono tutti improntati ad interventi di viabilità classica con strade, ponti e gallerie, mentre con risorse assai inferiori si sarebbe potuto estendere efficacemente il sistema delle ciclabili aumentando le potenzialità ed il benessere per tutte le comunità limitrofe al lago d’Idro. A nostro giudizio in questo trapela la rigidità di pensiero ed approccio tipica di certi decisori, portati ad individuare nella Valle del Chiese un mero corridoio di passaggio per automobili dirette altrove invece di poter essere essa stessa una meta turistica credibile, cosa che evidentemente non potrà diventare mai se si continuerà con questa impostazione».

Cons. prov. Filippo Degasperi
Gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle

Related Articles