Interrogazione dei consiglieri M5S di Trento su RSA San Bartolomeo

Interrogazione dei consiglieri M5S di Trento su RSA San Bartolomeo

I Consiglieri del M5S di Trento Maschio, Dematté e Negroni hanno presentato una interrogazione al Consiglio Comunale per capire quale sia la situazione della RSA San Bartolomeo: «Abbiamo ricevuto segnalazione di una serie di danni alle strutture della RSA San Bartolomeo – spiegano i Consiglieri – lastre di marmo rotte o fuori posto, infiltrazioni d’acqua che parrebbero implicare la rottura di alcune tubature, umidità visibile lungo le pareti, grondaie che perdono con tutti i rischi connessi in caso di gelate improvvise, infiltrazioni anche nel seminterrato in presenza di cavi elettrici… Insomma una quantità di problemi tale da indurci a ritenere necessario quanto meno un intervento correttivo. Vogliamo sperare che la maggioranza non sia sorda su questo tema e possa accettare di concordare un sopraluogo congiunto di Consiglieri Comunali, Assessore competente e personale della RSA al fine di visionare le varie problematicità e ragionare su come apporvi rimedio».
Oltre a questo i portavoce del MoVimento sottolineano una incongruenza in quanto avvenuto nella RSA a livello della gestione del dirigente medico interno:«Siamo sorpresi dalla scelta di selezionare il dirigente medico della RSA senza alcuna gara. A quanto ci risulta le direttive prevedono che anche a fronte di una riduzione dei proventi provinciali non ci debba essere una ricaduta sulle rette degli ospiti delle RSA. Ma allora perché non andare a gara fra vari professionisti per la posizione del dirigente medico? Il risparmio risultante sarebbe a nostro parere risultato utile a non gravare sugli anziani e sulle loro famiglie e al tempo stesso magari avrebbe potuto aiutare a porre rimedio ai vari segni di degrado che la struttura denuncia».

Uff. Stampa
M5S Trentino

Related Articles