Interrogazione scritta: Chiarimenti in merito alla riscossione forzata delle somme derivanti dal ricalcolo degli anticipi sui vitalizi

Interrogazione scritta: Chiarimenti in merito alla riscossione forzata delle somme derivanti dal ricalcolo degli anticipi sui vitalizi

CONSIGLIO REGIONALE DEL TRENTINO – ALTO ADIGE
Gruppo consiliare regionale MoVimento 5 Stelle
5 Sterne Bewegung – MoViment 5 Steiles

Alla Presidente del Consiglio Regionale
Chiara Avanzo

Trento, 13 ottobre 2015

Interrogazione n.

Si apprende dagli organi di informazione che il Consiglio regionale potrebbe non procedere alla riscossione forzata delle somme derivanti dal ricalcolo degli anticipi sui vitalizi in attesa del pronunciamento dei tribunali sui ricorsi.

Il comma 4 dell’articolo 3 della legge regionale 11 luglio 2014, n. 4 rubricato “Restituzioni e recuperi” indica una procedimento chiaro in base al quale se entro novanta giorni dalla formale richiesta di restituzione i consiglieri non adempiono, “il Consiglio promuove le iniziative giudiziarie necessarie ad ottenere detta restituzione”.

La norma quindi non lascia spazio di valutazione circa l’opportunità di procedere o meno con la via giudiziaria che diventa un obbligo una volta decorso inutilmente il termine previsto.

Preso atto che la legge regionale citata pone in capo direttamente al Consiglio l’iniziativa e la responsabilità della riscossione anche forzosa;

preso atto infine che il termine previsto dal comma 4 dell’articolo 3 della legge regionale 11 luglio 2014, n. 4 è ampiamente scaduto;

ciò premesso si interroga la Presidente della Regione per conoscere

1) quali “iniziative giudiziarie” ha fino ad oggi promosso il Consiglio ai sensi del comma 4 dell’articolo 3 della legge regionale 11 luglio 2014, n. 4;

2) in mancanza, le ragioni e i riferimenti normativi che consentono la disapplicazione del comma citato al punto 1;

3) la ragione per cui si è deciso di rivolgersi a Trentino Riscossioni anziché procedere direttamente e il riferimento normativo che consente l’intervento nella vicenda di tale soggetto;

4) il corrispettivo previsto per ciascuna prestazione di Trentino Riscossioni.

In attesa di risposta scritta si coglie l’occasione per porgere distinti saluti.

 

il Consigliere regionale Filippo Degasperi

Related Articles