Interrogazione scritta: velocità e barriere anti rumore ferrovia su Trento

Interrogazione scritta: velocità e barriere anti rumore ferrovia su Trento

CONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

Gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle

Trento, 30 settembre 2015

Egregio Signor

Bruno Dorigatti

Presidente del Consiglio Provinciale

SEDE

Interrogazione a risposta scritta n.

Da fonti di stampa risulta che, con il rinnovo dell’accordo tra la P.A.T. e Trenitalia per il trasporto ferroviario regionale, siano state reperite le risorse per la realizzazione delle barriere antirumore a Trento.
Preso atto che, in ogni caso, stando alle previsioni, risultati analoghi a quelli ipotizzati dalla realizzazione di barriere impattanti (altezza anche di 7,5 m) e costose come quelle in progetto potrebbero essere ottenuti semplicemente concordando limiti di velocità ragionevoli per i convogli merci che attraversano il centro abitato;
Preso atto che le barriere comportano ridotti benefici per i residenti in termini di riduzione delle vibrazioni ed altresì che le barriere non limitano in alcun modo i rischi provocati dall’attraversamento del centro storico di Trento da parte di convogli lanciati a 100 km/h di cui quanto accaduto a Viareggio è un triste monito;
Tenuto conto della risposta all’interrogazione n. 1201 in cui veniva specificato che gli interventi programmati per il centro storico di Trento avrebbero avuto un costo stimato di euro 10.145.000,00;
Rilevato dalle notizie di stampa che oggi, secondo le dichiarazioni dell’Assessore Gilmozzi il totale dei lavori pare essersi ridotto a 6 milioni di euro;

Tutto ciò premesso si interroga il Presidente della Provincia per conoscere

1. quale intervento previsto dalla risposta all’interrogazione 1201 è stato cancellato ovvero secondo quali modalità si è passati dai 10 ai 6 milioni di costi stimati;
2. quante apparecchiature per la rilevazione dell’inquinamento acustico sono state posizionate e dove;
3. quali interventi si intendono porre in essere per monitorare e ridurre il problema delle vibrazioni;
4. quale sia la velocità di attraversamento del centro di Trento dei convogli merci;
5. se sia sempre noto alla Provincia il carico trasportato dai convogli in modo da garantire interventi appropriati in caso di emergenza;
6. quali interventi si intendono porre in essere per garantire la sicurezza dei residenti a fronte delle attuali velocità di attraversamento dei centri abitati per evitare tragedie come quella di Viareggio.
A norma di regolamento si richiede risposta scritta.

Cons. prov. Filippo Degasperi
Gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle

Related Articles