Problema alberi di Viale Trento a Rovereto

Problema alberi di Viale Trento a Rovereto


Come Movimento 5 Stelle abbiamo per primi indicato la nostra idea costruttiva e pragmatica di come risolvere le giuste richieste della popolazione che chiede di non abbattere gli alberi di Viale Trento.
Si individuino gli alberi che, come avevamo già scritto, grazie ad una manutenzione regolare e controllata, possano essere mantenuti e si sostituiscano gli altri con essenze (alberi) di simile ombreggiatura, mantenendo i due filari.
La popolazione ha due enormi preoccupazioni. La prima perdere una zona ombreggiata che porta refrigerio a tutto il quartiere, non solo in fase di transito ma anche per sosta e socializzazione. La seconda perdere una memoria storica personale che vede in quegli alberi una continuità con la propria infanzia.
Per la prima preoccupazione, basterebbe che la Giunta fosse disponibile all’ascolto e sicuramente troverebbe da sola la soluzione.
Non è cosa semplice, ce ne rendiamo conto. Ascoltare e proporre una soluzione partendo dalle richieste popolari implica la comprensione delle stesse. Evidentemente non è nelle corde di questa Giunta. Presentare un progetto che riduce da due filari a uno, dimezzandone il numero e piantando alberelli da vivaio non fornisce alcuna rassicurazione alla popolazione per il problema ombra. Anzi, il Sindaco stesso afferma, nella seduta consiliare di ieri 26 luglio, che occorrerà aspettare una decina d’anni almeno per avere un po’ di ombra. Ma anche qui cade in errore. Non capiamo se per sufficienza o per malizia, visto che il progetto prevede l’unico filare a est della pista ciclabile, il Sindaco condanna il Viale a una perenne insolazione. Non si può certo pretendere che gli alberi facciano ombra a ovest se sono piantati a est; rammento a tutti che l’esposizione del tracciato è sud/ovest e che il caldo arriva col sole dalle 12 in poi. Occorre quindi un doppio filare, uno tra il marciapiede e la ciclabile e un’altro tra questa e la carreggiata veicolare. Che, oltretutto, metterebbe pure in sicurezza la ciclabile in caso di invasione di corsia.
La richiesta di ombra sarebbe così soddisfatta.
Per la seconda preoccupazione basterebbe che le piante, invece di essere tutte abbattute, venissero sostituite in modo graduale negli anni. Partendo da quelle più problematiche e aspettando la crescita delle nuove per quelle successive.
Probabilmente questo passaggio comporterebbe problemi progettuali, ma parlarne e rendersi disponibile alla variazione, indicherebbe la capacità della Giunta ad ascoltare e reagire alla popolazione.
Fin qui le nostre proposte.
Le aspettative? Nulle. Non crediamo che la Giunta sia minimamente in grado di attuare quello che ci ha venduto durante la campagna elettorale. Ascolto? Si nel senso che non zittisce chi parla, ma poi, a parte una vana e vuota disponibilità alla discussione, nessun effetto pratico.
MoVimento 5 Stelle – Comune di Rovereto
Portavoce consigliere comunale – Paolo Vergnano

Related Articles