L’Onorevole Ottobre propone ricchi regali agli Schutzen… chi paga?

L’Onorevole Ottobre propone ricchi regali agli Schutzen… chi paga?


«Non si è ancora spenta l’eco per il munifico contributo col quale il Presidente Rossi e la sua Giunta hanno beneficiato l’associazione confessionale Via Pacis con oltre un milione di euro per rifarsi la sede che già si prepara la nuova impresa, questa volta a beneficio dei folkloristici Schutzen, e ovviamente sempre a spese della collettività. Come riporta il quotidiano “Il Trentino” la proposta viene dal parlamentare della Repubblica Italiana, presidente del Consiglio di Arco e candidato alla segreteria del PATT, l’Onorevole Mauro Ottobre: donare il casino di bersaglio di Prabi agli Schutzen i quali dovrebbero risanarlo “magari attingendo a specifiche risorse della Provincia”. Oibò! regalare una struttura, ancorché rudere, ad un associazione folkloristica privata che disprezza lo Stato italiano e per sopramercato pure pagargli la sistemazione con soldi pubblici? Ma come è generoso il deputato! Però niente paura, perché poi gli Schutzen sarebbero obbligati a garantire l’uso pubblico della struttura tramite un’apposita convenzione… Così magari oltre al casino di bersaglio e a dargli i soldi per sistemarlo gli si pagheranno pure le spese di manutenzione!
Che dire? Sentiti ringraziamenti. Questo, se serviva, è infatti un esempio lampante di come da certe parti si intenda l’amministrazione della cosa pubblica. Si possono tagliare la sanità (ma è colpa di Roma!), l’istruzione, ridurre i servizi e abbandonare le periferie, ma quando serve davvero il regalone è sempre pronto, tanto mica si paga di tasca propria…
Non c’è che dire, i nostri rappresentanti ci sbalordiscono ogni giorno con esempi di asburgico rigore. Del resto per un “partito di raccolta” si sa che prima di “raccogliere” bisogna seminare. L’unico dubbio che ci assale e non ci fa dormire sonni tranquilli è però il seguente: se l’onorevole è già così lanciato come risponderà il senatore? L’ultima volta erano state “più divise per tutti” ma vista la concorrenza stavolta dovrà superarsi e temiamo che le casse pubbliche, già messe a dura prova, non reggano il colpo…»

Filippo Degasperi, Lorenza Colò, GIovanni Rullo
M5S Trentino

Tagged with:

Related Articles