Sanità: il Centro Trasfusionale di Rovereto è in carenza di organico

Sanità: il Centro Trasfusionale di Rovereto è in carenza di organico

Il Consigliere Degasperi ha presentato un’interrogazione sulla situazione del centro trasfusionale di Rovereto che versa in gravi condizioni di carenza di organico.
«Il Centro trasfusionale e di immunoematologia del Presidio Ospedaliero S. Maria del Carmine di Rovereto -spiega il Consigliere dei 5 Stelle – è da anni un punto di riferimento non solo per la città che lo ospita ma per l’intero distretto sanitario centro-sud della Provincia di Trento. Si tratta di un centro prelievi di eccellenza, che permette al Trentino non solo di coprire il proprio fabbisogno di sangue per trasfusioni ed interventi ma addirittura di fornirlo ad altre regioni italiane. Nonostante gli ottimi risultati esso è stato però oggetto di pesanti tagli al personale, e oggi non è più in grado di garantire gli stessi livelli di qualità nell’attività di raccolta e distribuzione del sangue. Va da sé che i rallentamenti conseguenti alla riduzione del personale stanno incidendo non solo sull’operatività del centro, ma anche sulla disponibilità dei donatori, scoraggiati dalle lunghe attese alle quali sono costretti a sottostare per poter donare il sangue. La situazione è grave, ma da chi comanda non sembra darsene per inteso, anzi, col pensionamento del capo tecnico questa figura professionale non è stata sostituita ma agisce un rimpiazzo che scende da Trento una volta alla settimana, un palliativo del tutto inadeguato alle esigenze del centro e dei suoi donatori!»
Le conclusioni di Degasperi non lasciano spazio ad equivoci: «Ancora una volta siamo costretti a sottolineare una situazione di cattiva gestione delle risorse pubbliche, le cui conseguenze vanno a ricadere sui cittadini più deboli. Rossi e Zeni invece di continuare a raccontare una realtà che non esiste inizino a mettere risorse dove davvero servono, non per strutture ciclopiche ma per garantire ai cittadini quell’assistenza di cui hanno davvero bisogno! Non è più accettabile che a rimetterci siano sempre e solo i cittadini più deboli e svantaggiati!»

Cons. prov. Filippo Degasperi
Gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle

allegato 1_14.12.2015 allegato 2_14.12.2015

Related Articles