TAV in Trentino: le criticità ambientali

TAV in Trentino: le criticità ambientali


Franco Finotti, geologo e direttore della Fondazione Museo Civico di Rovereto, l’8 aprile 2016 ha rilasciato un’intervista riguardo i danni ambientali che il progetto TAV Brennero – Verona potrebbe causare in Trentino in modo irreversibile. In particolare viene trattato il progetto della Circonvallazione di Trento e Rovereto – parte del cosiddetto completamento delle tratte Sud del BBT (Tunnel di Base del Brennero) e l’intercettazione/perdita di fonti d’acqua preziose per tutto l’ecosistema trentino e la vita di non meno di 500 mila abitanti.
Di fronte agli enormi costi economici ed ambientali di questa opera la cui utilità non è mai stata dimostrata, il colpevole silenzio delle autorità provinciali anche di fronte all’uso della forza sulla popolazione trentina (come documentato dalla cronaca – novembre 2015 – circa le trivellazioni nel cantiere delle Novaline di Mattarello) è a suo modo una risposta arrogante ed inaccettabile.
La popolazione non ha bisogno di quest’opera così dannosa e crediamo che tutta la società civile, ognuno nel proprio ambito, debba mobilitarsi per difendere il futuro del proprio territorio e delle generazioni a venire.

MammeMarcoNoTav

Related Articles