The day after…DUP e Bilancio visto dal M5S Trento

The day after…DUP e Bilancio visto dal M5S Trento


Il Documento Unico di Programmazione lo abbiamo sonoramente bocciato. Sta tutto nei nostri interventi durante i quali abbiamo chiaramente espresso la grande diversità di visione e di prospettiva in merito al futuro della nostra città. Mobilità, ambiente, urbanistica, trasparenza, coinvolgimento dei cittadini, agricoltura, grandi e piccole opere. Nella sostanza in nulla riusciamo a trovare qualcosa che possa avvicinarsi alla Trento che vorremmo. L’astensione in merito al bilancio, peraltro blindato e poco modificabile, è nella sostanza dovuto all’approvazione di alcuni ordini del giorno che abbiamo ritenuto importanti per la città come l’allargamento alla possibilità di parcheggio alle partite iva dei liberi professionisti, rinnovo giochi del parco pubblico di Meano, implementazione degli spazi per le biciclette, il ripristino laddove possibile dei nonni-vigile, l’uniformità di trattamento da parte delle circoscrizioni della gratuità delle sale alle onlus, l’impegno a verificare la possibilità di rendere gratuito l’uso dei mezzi pubblici ai disoccupati con determinate caratteristiche, l’implementazione di auto e mezzi elettrici e dei servizi correlati e telecamere di videosorveglianza in alcuni parcheggi.

Una astensione, la nostra associata alla bocciatura del DUP, che non va letta sicuramente come un fatto positivo. Lo abbiamo detto e ridetto. Questa amministrazione è ferma, lenta, manca di prospettive a lunga gittata. Ed è sintomatico che alcune proposte in merito arrivino addirittura dalla loro maggioranza. Certo molto fastidioso vedere che alcune proposte anche magari limitate e relativamente poco impegnative siano state rigettate come inamissibili mentre ordini del giorno della maggioranza, che definire Omnibus sarebbe riduttivo, vengono accettati senza addirittura modifiche. Vedere come una proposta che prende in esame di tutto e di più dallo sport alla mobilità, dalla cultura all’urbanistica con scelte precise di dove andare a prendere i soldi cosi da impegnarli già per i prossimi mesi venga tranquillamente accettata lascia sconcertati. Si è assistito al gruppo della maggioranza consigliare che ha dettato il programma al Sindaco ed alla Giunta che non hanno battuto ciglio. Lascia pensare tutto ciò. Abbiamo richiesto un tavolo di confronto nel merito per poterne discutere con tutte le parti in gioco nei vari campi, abbiamo richiesto di votare l’ordine del giorno per punti. Niente. Orecchie da mercante. Bene. Ne prendiamo atto. Inizia un nuovo anno. E siamo pronti ad affrontarlo sempre certamente in modo costruttivo ma è tempo del rispetto e del sano confronto non tanto con le forze di minoranza ma per i cittadini che le stesse rappresentano, che a fare bene i conti forse oggi sono più di quello che l’ultima tornata elettorale ha manifestato….ed erano già tanti. Per cui auguriamo un Natale sereno e un 2017 costruttivo per una Trento migliore.

I consiglieri comunali M5S di Trento
Andrea Maschio
Paolo Negroni
Marco Santini

Related Articles