Giunta Trento: Ripescaggi e Democrazia

Giunta Trento: Ripescaggi e Democrazia

Andrea Maschio del gruppo consiliare 5 Stelle in Comune a Trento chiarisce la sua posizione in merito alla nomina dei due assessori esterni della Giunta Andreatta: “Premesso che non ho alcuna preclusione nei confronti delle persone di Marika Ferrari e Chiara Maule, sulle cui competenze e professionalità solo tempo e risultati potranno dare un giudizio preciso, la mia contestazione riguarda il metodo tramite il quale sono state selezionate per far parte della Giunta del Comune di Trento. La questione è molto semplice: entrambe gli assessori arrivano a ricoprire questo incarico solo dopo essere state bocciate dalle urne, ed è davvero molto difficile credere che Andreatta le abbia scelte in virtù di straordinarie competenze delle quali non poteva privarsi, quanto non piuttosto per una operazione di garanzia degli equilibri politici in seno alla sua maggioranza”.

Maschio precisa ancor meglio: “Detto altrimenti: fatte salve le capacità delle quali spero i due assessori sapranno dare prova, dato che allo stato non risultano da parte loro curricula eccezionali ho il forte timore che la scelta di inserirle in Giunta sia stata dettata da convenienze politiche, e da calcoli fatti col manuale Cencelli, e trovo questo modo di procedere indicativo di tutto quello che non serve per garantire a Trento un’amministrazione degna, semmai il contrario. Alla Giunta servivano competenze che gli eletti non avevano? Benissimo, fuori dal ristretto mondo dei partiti esiste un universo di persone capaci che aspettano solo di poter dare il loro contributo e che potrebbero essere selezionate per meriti, nell’ottica dell’utilità per la cittadinanza. Se invece gli assessori esterni si scelgono per appartenenza, cooptazione e garanzia degli assetti politici di maggioranza allora l’utilità cui si pensa è esclusivamente mirata al quieto vivere dei politici, non a garantire ai cittadini un’amministrazione capace. Preciso anche che queste ragioni le ho illustrate prima di tutto al sindaco Andreatta negli incontri riservati precedenti al suo insediamento, quindi si tratta di posizioni a lui ben note. Ciò detto, auguro un buon lavoro alla Giunta, assicurando che il M5S non farà mancare vigilanza e cooperazione ma laddove necessario anche battaglia politica”.

Ufficio Stampa 5 Stelle Trentino

Tagged with:

Related Articles