Il M5S chiede ancora di intervenire contro l’inquinamento acustico causato dalla Ferrovia

Il M5S chiede ancora di intervenire contro l’inquinamento acustico causato dalla Ferrovia


Infiniti appelli sottolineati dei cittadini residenti, dei Comitati del nostro delegato provinciale M5S della Circoscrizione Centro Storico-Piedicastello ma nessun rimedio all’orizzonte.
Ancora una volta l’inquinamento acustico è evidenziato e certificato dall’APPA con una Valutazione puntuale ove emerge l’esigenza di un cambio di priorità in merito agli interventi per il contenimento del rumore mettendo al primo posto la zona di Corso Buonarroti e di Via Lavisotto, nonché nella zona di Canova e Roncafort.
Essendo il superamento dei limiti, peraltro conosciuto già da troppi anni, di un valore talmente elevato da creare problemi alla salute dei residenti in prossimità della linea ferroviaria il M5S comunale di Trento ha presentato un interrogazione a risposta orale. Lo scopo è quello di capire se davvero sia finalmente arrivata l’ora di fare qualcosa anche per i cittadini, forse considerati di serie “B”.
Per intenderci quelli di serie “A” sono ad esempio nell’area ex- Michelin con le barriere già predisposte anche se quel quartiere ad oggi è una cittadella fantasma.
Ci chiediamo se non sia il caso di privilegiare finalmente chi da decenni aspetta una soluzione con le tecniche adeguate a quelle tratte.

I consiglieri comunali M5S
Andrea Maschio
Paolo Negroni
Marco Santini

Related Articles