Interrogazione scritta n. 1/2015: Varchi elettronici e controllo Z.T.L.

Interrogazione scritta n. 1/2015: Varchi elettronici e controllo Z.T.L.

Trento 3 giugno 2015

Varchi elettronici e controllo Z.T.L.

Interrogazione a risposta scritta presentata da Andrea Maschio, consigliere comunale Movimento 5 Stelle a Trento

A seguito della pubblicazione del bando di gara per la gestione dei varchi elettronici in ZTL e precisato che ci si ritiene d’accordo sulla necessità di un maggiore e migliore controllo dei passaggi non autorizzati il sottoscritto consigliere comunale chiede al Sindaco ed alla Giunta del comune di Trento:

1. Considerando credibile il calcolo della spesa una tantum di 901.346 euro e i costi di gestione annuali pari a 1.166.310 euro pare molto più difficile comprendere il calcolo effettuato delle entrate delle multe di 2.040.000 euro l’anno considerato che, quando il cittadino avrà imparato a proprie spese della presenza dei controlli, imparerà anche a non infrangere più il divieto. Peraltro dovrebbe essere questo il senso del controllo e della segnalazione delle infrazioni: insegnare a non perseverare piuttosto che solo punire.
Si richiede pertanto una spiegazione sul calcolo delle entrate annuali per verificare la copertura finanziaria negli anni.
2. Si richiede maggiore severità nel rilascio dei permessi in ZTL poiché è del tutto evidente che, da quanto è stata istituita, il traffico in ZTL non è calato in maniera evidente. Sembra opportuno che il permesso sia rilasciato solo a residenti e commercianti.
3. In ultimo si richiede che i fruitori delle scuole in ZTL non abbiamo le agevolazioni che ad oggi hanno a scapito delle altre scuole. Essi infatti possono esporre solo un avviso di avere il figlio a scuola (vedi Sacro Cuore) senza alcun costo aggiuntivo neppure di apertura pratica amministrativa. Si ricorda che invece tutti i residenti devono avere autorizzazione specifica e anche se proprietari di posto privato devono comunque pagare l’apertura della pratica. Faccio notare che un residente che lavora fuori ZTL normalmente esce con la macchina dalle 8 di mattina fino a sera mentre i genitori dei bimbi delle scuole entrano ed escono molte più volte. Attualmente gli stessi parcheggiano in tutta la strada ed in ogni dove senza peraltro rispettare i posti segnati da utilizzare come parcheggio. Abitualmente peraltro non scaricano solo il bambino ma sostano facendo capannello o approfittando per andare al bar con tutta calma. Infine il giovedì giorno di mercato nella parte di via Verdi antecedente al semaforo provenendo dal sottopasso è completamente piena di auto parcheggiate irregolarmente a cavallo del marciapiede con aumento del pericolo per il traffico veicolare. Si richiede pertanto di richiedere anche a tali genitori di effettuare un permesso di entrata con i relativi costi e un controllo severo sui posti in cui viene effettuato il parcheggio.

Il consigliere comunale
Andrea Maschio
Movimento 5 Stelle

Tagged with:

Related Articles