Interventi delle forze dell'ordine: pronta interrogarazione M5S per capire come migliorarli

Interventi delle forze dell'ordine: pronta interrogarazione M5S per capire come migliorarli

Lunedì 8 giugno, verso le ore 20, due vigili in piazza Pasi per bloccare i ballerini di tango sprovvisti di autorizzazione che recavano disturbo ad un residente. Venerdì sera scorso, sempre a Trento, tre vigili per presidiare l’estrazione di una lotteria per circa un’ora. In entrambi i casi le forze dell’ordine hanno fatto senz’altro il proprio dovere, ma ci chiediamo, anche alla luce delle recenti vicende inerenti la sicurezza nel capoluogo trentino: c’è così tanta disponibilità di personale nelle ore serali da occupare più di una persona in attività quali quelle citate?
Di contro, ci è stato segnalato che qualche sera fa alcuni residenti di via Campotrentino, in un quartiere cittadino noto per i numerosi disagi, hanno provato a chiamare i vigili perché, episodio non infrequente, il camion di una ditta lì vicino ostruiva completamente la strada. Non avendo ottenuto risposta, si sono alla fine rivolti al Comitato di Campotrentino. Solo a seguito della chiamata del comitato, ma dopo più di un’ora, i vigili sono arrivati sul posto.
Non vorremmo che la solerzia delle forze dell’ordine eccedesse solo in determinati casi; il M5S farà seguire un’interrogazione in consiglio comunale per capire in base a quali criteri e priorità funzionino la rotazione e l’assegnazione delle uscite agli agenti, e se non sia necessario approfondirne e migliorarne la gestione. La città di Trento, se vuole onorare i primati di vivibilità che le sono stati attribuiti, non deve annoverare sul proprio territorio quartieri di serie A e quartieri di serie B.”

Marianna Demattè, Andrea Maschio, Paolo Negroni – Gruppo consiliare M5S Comune di Trento

Tagged with:

Related Articles